Serve aiuto?

Direzione Edilizia Privata, Attività Economiche e SUEAP

contrassegno regionale “Qui pane fresco"

La Giunta Regionale ha approvato il nuovo contrassegno regionale “Qui pane fresco”, che potrà essere esposto dagli esercizi commerciali lombardi che vendono pane fresco.

Il nuovo contrassegno regionale è stato pensato per rendere subito individuabili i negozi che vendono pane fresco, anche a garanzia e tutela del consumatore circa le caratteristiche del prodotto artigianale.

Già dal 6 ottobre per gli esercizi commerciali lombardi che producono o commercializzano pane fresco è infatti possibile richiedere il contrassegno presso le Camere di Commercio, sia direttamente che avvalendosi delle associazioni di categoria.

Sul sito www.attivitaproduttive.regione.lombardia.it è possibile trovare tutta la documentazione, comprese le informazioni sulle modalità di conferimento del contrassegno regionale e la verifica dei requisiti previsti per l’assegnazione del medesimo.

Obbligo di comunicazione dei prezzi dei carburanti

Il Ministero dello Sviluppo economico ha diramato la seguente nota:

L’art. 51 della legge 99/2009 stabilisce l’obbligo per i gestori degli impianti di distribuzione dei carburanti per autotrazione di comunicare i prezzi praticati al Ministero a fini di pubblicazione. Il Ministero ha avviato la raccolta dei prezzi e la loro pubblicazione on-line tramite un’apposita piattaforma web la cui consultazione consente di conoscere in tempo reale i prezzi praticati presso i punti vendita sul territorio nazionale con il conseguente beneficio di una maggiore trasparenza del mercato e per i consumatori di poter scegliere il punto vendita preferito.
La norma stabilisce altresì (art. 51 comma 3) che in caso di omissione della comunicazione del prezzo o di comunicazione di un prezzo inferiore a quello praticato si applicano le sanzioni previste dall’art. 22 comma 3 del d.lgs. 114/98. Quest’ultimo decreto legislativo, come noto, attribuisce ai Sindaci (art. 22 comma 7) la competenza per quel che riguarda l’accertamento della violazione e l’applicazione della sanzione, nonché l’incasso dei proventi derivanti dai pagamenti in misura ridotta ovvero da ordinanze ingiunzioni di pagamento.
La successiva normativa attuativa dell’art. 51 L. 99/2009 (DM 15 ottobre 2010 e DM 17 gennaio 2013, pubblicato nella GU del 15 marzo 2013, N. 63) ha definito le modalità operative per l’attuazione di questo obbligo che è ormai in vigore dal 16 settembre 2013 per tutti gli impianti situati sull’intero territorio nazionale. L’applicativo web per la consultazione e la comunicazione dei prezzi, c.d.
“Osservaprezzi carburanti” è accessibile al seguente indirizzo: https://carburanti.mise.gov.it/OssPrezzi
Ad oggi sono registrati circa 19.000 impianti (che dipendono da più di 14.000 imprese), ma come è  noto, il numero degli impianti del nostro Paese si aggira tra i 23 e i 24.000 e si verifica ancora una parziale evasione dell’obbligo, nonostante l’informazione diramata da questo Ministero tramite molteplici canali.

AGGIORNAMENTO SOFTWARE CRS

ATTENZIONE: in assenza dell'aggiornamento al Software CRS scaricabile qui:

http://www.crs.regione.lombardia.it

si protrebbero verificare malfunzionamenti nel ricaricare file firmati eletronicamente nel geoportale

come aprire un centro di fish pedicure?

In assenza di un quadro legislativo di riferimento l’attività dei centri per la pedicure che utilizzano i pesci è da considerarsi libera, con la conseguenza che non va presentata al SUAP alcuna comunicazione né SCIA.

Obbligo presentazione telematica

Da Novembre 2014 è stato introdotto l'obbligo della presentazione telematica, tramite lo sportello telematico del Geoportale del Comune di Bergamo, per:

  • tutte le istanze, denunce, segnalazioni e comunicazioni attinenti i procedimenti edilizi che riguardino azioni di realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o demolizione aventi ad oggetto l'esercizio di attività produttive/ economiche
  • tutte le denunce dei Cementi Armati, le comunicazioni della Relazione a struttura ultimata ed il Certificato di Collaudo
  • tutte le istanze inerenti gli impianti di telecomunicazione

C.I.L. presentazione assistita

Descrizione dell'istanza
Cos'è: 

Presso lo SPORTELLO UNICO, al fine di garantire un servizio diretto al cittadino e promuovere l’utilizzo degli strumenti informatici, a partire dal 31/10/2013, sono messe a disposizione di qualsiasi utente le risorse umane e strumentali per consentire la presentazione assistita e telematica della comunicazione di inizio lavori per attività di edilizia libera (C.I.L.), ai sensi dell'art.6 del D.P.R. 06.06.2001 n. 380, così come modificato dalla legge n.73 del 2010. Per conoscere quali opere e lavori sono interessati dalla C.I.L. si può entrare nell'apposita sezione esplicativa "Documentazione richiesta per la presentazione dell'istanza".

In fase iniziale, ed in via sperimentale, il servizio è svolto il solo giovedì pomeriggio, previa prenotazione telefonica, dalle ore 9.00 alle ore 12.00 ai seguenti n°:

035399370 - 035399345

Documentazione richiesta per la presentazione dell'istanza
Note: 

Per la documentazione si deve fare riferimento alla seguente pagina:

http://territorio.comune.bergamo.it/servizio-gestione-del-territorio/istanza/comunicazione-di-inizio-lavori-per-attivita-edilizia-non-necessitante-di-titolo-abilita

E' obbligatorio presentarsi con la propria CRS/CNS abilitata alla firma elettronica, in assenza non risulterà possibile completare e evadere la pratica.

Pagamento dell'imposta di bollo - dichiarazione per presentazione istanza

In bollo: 
No
Telematico: 
Disponibile solo in versione cartacea
Modulo PDF: 

Sulle istanze che prevedono “l’emanazione di un provvedimento amministrativo” deve essere apposta una marca da bollo da 16 €, così come previsto dal Decreto del Presidente della Repubblica 26/10/1972, n. 642 e dall'articolo 7-bis del Decreto Legge 26/04/2013

Ai sensi dell'articolo 3 del Decreto Ministeriale 10/11/2011, per assolvere questo adempimento dovrai acquistare una marca da bollo destinata esclusivamente alla presentazione dell'istanza e comunicare allo Sportello Unico il relativo numero identificativo (seriale), autocertificando inoltre che la marca da bollo in questione non sarà utilizzata per qualsiasi altro adempimento che ne richiede l'apposizione.

Per comunicare i dati della marca da bollo tramite il portale è necessario compilare il modulo "Pagamento dell'imposta di bollo", il quale sarà disponibile una volta compilato il modulo principale richiesto per l'istanza che stai presentando