Serve aiuto?

Servizio Commercio, Suolo Pubblico ed Eventi

Orientamento e formazione per la creazione di imprese

Bergamo Sviluppo è una azienda speciale della Camera di Commercio di Bergamo al servizio di chi intende avviare una nuova attività imprenditoriale, e delle imprese esistenti che vogliono mantenersi competitive su un mercato in costante evoluzione.

Tale struttura offre, attraverso la stretta collaborazione con le organizzazioni di categoria locali, risposte alle esigenze e allo sviluppo del territorio in termini di progettazione di interventi formativi specifici, realizzazione di percorsi di aggiornamento/formazione professionale, erogazione di servizi per la creazione e lo sviluppo imprenditoriale, innovazione tecnologica e internazionalizzazione, orientamento e consulenza mirata.

Bergamo Sviluppo opera nelle seguenti aree:

  • Formazione e abilitazioni 
  • Orientamento, studi e ricerche
  • Creazione di imprese
  • Sviluppo d'impresa, innovazione, trasferimento tecnologico
  • internazionalizzazione

Si invitano, pertanto, tutti coloro che vogliono intraprendere attività commerciali o imprenditoriali a collegarsi al sito di Bergamo Sviluppo per ottenere tutte le necessarie informazioni

 

 

 

Vendita di specifici prodotti

Descrizione dell'attività
Cos'è: 

Per la vendita al minuto di specifici prodotti, la normativa vigente prevede che, oltre ai moduli previsti per la tipologia di attività che si intende esercitare (es. commercio in esercizio di vicinatom in media struttura, ecetera), vengano presentati ulteriori moduli da reperire nei siti dei singoli enti interessati e di seguito elencati, da allegare all'istanza principale.    

Vendita al minuto di alcolici:  deve essere presentata la "Comunicazione di vendita al minuto di alcolici" la quale è trasmessa a cura del SUAP all'Agenzia delle dogane e vale come denuncia ai sensi del D.Lgs. n. 504/1995. Tale comunicazione è presentata: in caso di esercizio di vicinato, compilando un apposito allegato della SCIA unica; in caso di media o grande struttura di vendita, contestualmente alla presentazione dell’istanza; in caso di attività commerciale già avviata, all’avvio della vendita al minuto di alcolici (successivo a quello dell’attività).  

Vendita di farmaci da banco e medicinali veterinari: deve essere presentata la "Comunicazione di vendita di farmaci da banco e veternari" la quale è trasmessa a cura del SUAP alla Regione e al Ministero della salute. Tale comunicazione è presentata: in caso di esercizio di vicinato, compilando un apposito allegato della SCIA unica; in caso di media o grande struttura di vendita, contestualmente alla presentazione dell’istanza; in caso di attività commerciale già avviata, all’avvio della vendita di farmaci da banco e medicinali veterinari (successivo a quello dell’attività).  

Vendita al minuto di gas di petrolio liquefatto (GPL) per combustione: deve essere presentata la "Comunicazione di vendita al minuto di GPL per combustione" la quale è trasmessa a cura del SUAP all'Agenzia delle Dogane. Tale comunicazione è presentata: in caso di esercizio di vicinato, compilando un apposito allegato della SCIA unica; in caso di media o grande struttura di vendita, contestualmente alla presentazione dell’istanza; in caso di attività commerciale già avviata, all’avvio della vendita al minuto di gas di petrolio liquefatto (GPL) per combustione (successivo a quello dell’attività). In caso di vendita di gas liquefatti (GPL) in recipienti mobili con quantitativi superiori o uguali a 75 Kg, la SCIA prevenzione incendi per gli esercizio di vicinato e in caso di attività commerciale già avviata deve essere presentata compilando un apposito allegato della SCIA unica, che è trasmesso a cura del SUAP ai VV.F. In caso di media o grande struttura di vendita deve essere presentata contestualmente all’istanza ed è trasmessa a cura del SUAP ai VV.F.

Vendita al minuto di gas infiammabili in recipienti mobili compressi: deve essere presentata la "Comunicazione per la vendita al minuto di gas infiammabili in recipienti mobili compressi" la quale è trasmessa a cura del SUAP all'Agenzia delle Dogane. Tale comunicazione è presentata: in caso di esercizio di vicinato, compilando un apposito allegato della SCIA unica; in caso di media o grande struttura di vendita, contestualmente alla presentazione dell’istanza; in caso di attività commerciale già avviata, all’avvio della vendita al minuto di gas infiammabili (successivo a quello dell’attività). In caso di vendita al minuto di gas infiammabili in recipienti mobili con quantitativi superiori o uguali a 75 Kg, la SCIA prevenzione incendi per gli esercizio di vicinato e in caso di attività commerciale già avviata deve essere presentata compilando un apposito allegato della SCIA unica, che è trasmesso a cura del SUAP ai VV.F. In caso di media o grande struttura di vendita deve essere presentata contestualmente all’istanza ed è trasmessa a cura del SUAP ai VV.F.

Vendita al minuto di prodotti fitosanitari:  deve essere presentata la "SCIA per la vendita di prodotti fitosanitari", la quale è trasmessa a cura del SUAP all'autorità competente (Regione o autorità delegata). In caso di esercizio di vicinato, deve essere  trasmessa unitamente alla SCIA per l’avvio dell’esercizio di vicinato; in caso di media o grande struttura di vendita, deve essere  trasmessa unitamente alla richiesta di autorizzazione; in caso di attività commerciale già avviata, deve essere trasmessa la sola SCIA per la vendita al minuto di prodotti fitosanitari.. In caso di "Depositi di fitofarmaci e/o di concimi chimici a base di nitrati e/o fosfati con quantitativi in massa superiori a 50.000 kg", la SCIA prevenzione incendi deve essere presentata contestualmente ed è trasmessa a cura del SUAP ai VV.F.

Vendita al minuto di prodotti agricoli e zootecnici, mangimi, prodotti di origine minerale e chimico industriali destinati all'alimentazione animale: deve essere presentata "SCIA per la vendita al minuto di prodotti agricoli e zootecnici, mangimi, prodotti di origine minerale e chimico industriali destinati all'alimentazione animale" la quale è trasmessa a cura del SUAP all'autorità competente (Regione o autorità delegata). In caso di esercizio di vicinato, la Scia costituisce allegato della SCIA unica; in caso di media o grande struttura di vendita, deve essere trasmessa unitamente alla richiesta di autorizzazione; in caso di attività commerciale già avviata, deve essere trasmessa all'avvio dell'attività di vendita al minuto (successivo all'avvio dell'attività). In caso di "Depositi di fitofarmaci e/o di concimi chimici a base di nitrati e/o fosfati con quantitativi in massa superiori a 50.000 kg", la SCIA prevenzione incendi per gli esercizio di vicinato e in caso di attività commerciale già avviata deve essere presentata compilando un apposito allegato della SCIA unica, che è trasmesso a cura del SUAP ai VV.F. In caso di media o grande struttura di vendita deve essere presentata contestualmente all’istanza ed è trasmessa a cura del SUAP ai VV.F.

Vendita di oggetti preziosi:  deve essere presentata la "Richiesta di autorizzazione per la vendita di oggetti preziosi", la quale è trasmessa a cura del SUAP al Questore. In caso di esercizio di vicinato, deve essere  trasmessa unitamente alla SCIA per l’avvio dell’esercizio di vicinato; in caso di media o grande struttura di vendita, deve essere trasmessa unitamente alla richiesta di autorizzazione; in caso di attività commerciale già avviata, deve essere trasmessa la sola richiesta l'autorizzazione per la vendita di oggetti preziosi. La Conferenza di servizi è convocata entro 5 giorni dal ricevimento dell'istanza. In tutti i casi, il termine decorre dalla ricezione dell'istanza da parte del Questore. L'attività non può essere iniziata fino al rilascio dell'autorizzazione o decorso il termine per il silenzio-assenso.

Vendita di armi diverse da quelle da guerra: deve essere presentata la "Richiesta di autorizzazione per la vendita di armi diverse da quelle da guerra", la quale è trasmessa a cura del SUAP al Questore. In caso di esercizio di vicinato, deve essere  trasmessa unitamente alla SCIA per l’avvio dell’esercizio di vicinato; in caso di media o grande struttura di vendita, deve essere  trasmessa unitamente alla richiesta di autorizzazione; in caso di attività commerciale già avviata, deve essere trasmessa la sola richiesta di autorizzazione per la vendita di armi diverse da quelle da guerra. La Conferenza di servizi è convocata entro 5 giorni dal ricevimento dell'istanza. In tutti i casi, il termine decorre dalla ricezione dell'istanza da parte del Questore. L'attività non può essere iniziata fino al rilascio dell'autorizzazione. Nel caso di esercizi di minuta vendita di prodotti esplodenti, la SCIA prevenzione incendi deve essere presentata contestualmente all'istanza ed è trasmessa a cura SUAP ai VV.F.

Produzione, trasformazione e distribuzione di prodotti di origine animale (macelli, caseifici, prodotti ittici, uova e altro):  deve essere presentata la "Richiesta di autorizzazione per la produzione, trasformazione e distribuzione di prodotti di origine animale", la quale è trasmessa a cura del SUAP alla Regione (o all'autorità delegata). In caso di esercizio di vicinato, deve essere trasmessa unitamente alla SCIA per l’avvio dell’esercizio di vicinato; in caso di media o grande struttura di vendita, deve essere  trasmessa unitamente alla richiesta di autorizzazione; in caso di attività commerciale già avviata, deve essere trasmessa la sola richiesta di autorizzazione per la produzione, trasformazione e distribuzione di prodotti di origine animale. La Conferenza di servizi è convocata entro 5 giorni dal ricevimento dell'istanza. L'attività non può essere iniziata fino al rilascio dell'autorizzazione.     

 

Notifica ai fini sanitari da parte degli operatori del settore alimentare

Descrizione dell'istanza
Cos'è: 

L'operatore del settore alimentare (OSA) è la persona fisica o giuridica responsabile di garantire il rispetto delle disposizioni della legislazione alimentare nellla gestione dell’impresa alimentare posta sotto il suo controllo. In particolare, l'operatore del settore alimentare è responsabile dell’adozione delle misure di sicurezza da attuare per garantire la sicurezza dei prodotti alimentari, secondo il concetto di ”autocontrollo”.

L'operatore del settore alimentare deve notificare all’Autorità competente, ovvero il Dipartimento di Igiene e prevenzione sanitaria - ATS , ogni stabilimento posto sotto il suo controllo che esegua una qualsiasi delle fasi di produzione, trasformazione (compreso il trasporto) e distribuzione di alimenti ai fini della registrazione del suddetto stabilimento.

Tale notifica sostituisce  le precedenti autorizzazioni sanitarie, nulla osta o pareri per l’esercizio di tutte le attività del settore alimentare.

Pertanto, l'inizio o la variazione dell'attività di produzione primaria, trasformazione, trasporto, magazzinaggio, somministrazione e vendita di alimenti, deve essere notificata al SUAP che la trasmette in modalità telematica all' ATS.

La notifica di impresa alimentare interessa infatti molte attività, sia a carattere permanente che stagionale, quali:

  1. esercizi di vicinato;
  2. attività di commercio ambulante in posteggio di mercato, in posteggio isolato e in forma itinerante;
  3. attività di somministrazione  di alimenti e bevande esercitata in bar, ristoranti, trattorie, teatri, discoteche, circoli privati, eccetera);
  4. panificatori;
  5. strutture ricettive (alberghi, B&B, eccetera); 
  6. imprenditori agricoli (produzione primaria);
  7. attività agroturistiche;
  8. medie e grandi strutture di vendita

oltre ad  attività che non sono di competenza del SUAP, come il commercio all’ingrosso, i mulini o il trasporto di alimenti.

 

La notifica di impresa alimentare è valida ai fini della registrazione dell’impresa alimentare presso l'ATS, ma non sostituisce l'istanza che l’impresa deve presentare per poter avviare l’attività produttiva.

 

Documentazione richiesta per la presentazione dell'istanza
Moduli accessori: