Serve aiuto?

Servizio Ecologia e Ambiente

Attività estive aggiudicate a seguito di bando

 

Nelle Attività estive aggiudicate a seguito di bando possono essere autorizzati eventi, in deroga alla zonizzazione acustica comunale, per un numero massimo di 3 nell’arco di ogni settimana, organizzati preferibilmente nelle serate di venerdì/sabato e prefestivi.

 

L’orario massimo in deroga consentito per la manifestazione e gli eventi previsti nel corso della stessa è stabilito nelle ore 24:00 per le serate di venerdì/sabato e prefestivi e nelle ore 23.30 nelle restanti serate. Tali limiti non sono derogabili.

 

Il valore in deroga, misurato al recettore maggiormente esposto, è stabilito in 65 dB(A) per gli eventi previsti nel corso della manifestazione e in 55 dB(A) per tutte le restanti attività

 

Nella seguente sezione è possibile scaricare le autorizzazioni degli estivi presenti sul territorio e i relativi calendari degli eventi.

 

ESTIVO SPALTO S.AGOSTINO

ESTIVO SPALTO S.MICHELE

ESTIVO GOISIS

 

Piani d'azione

 

Effettuata la valutazione delle criticità mediante la mappatura acustica il Comune di Bergamo ha redatto il proprio Piano d'azione che riguarda le infrastrutture di propria competenza.

 

In data 07/06/2018 unitamente alla mappatura acustica strategica, la Giunta ha adottato il Piano d'azione di competanza, che èpubblicato per 45 giorni come previsto dall’art. 8 del Dlgs.194/2005 e per il quali è possibile mandare i propri contributi e osservazioni fino al 23/07/2018 indicando come oggetto "Piano d'azione d.lgs 194/05" alla pec del Comune di Bergamo: protocollo@cert.comune.bergamo.it 

 

I Piani di Azione di Strade Provinciali, Autostrade, Ferrovie e Aeroporti presenti sul territorio dell’Agglomerato dovranno essere predisposti dai vari enti di competenza e poi recepiti dal Comune di Bergamo.

Manifestazioni organizzate all’interno di spazi giovanili comunali

 Sono soggetti alle presenti disposizioni le manifestazioni temporanee e i relativi eventi esercitati negli “spazi giovani” appositamente individuati dall’Amministrazione comunale e volti a promuovere progetti, iniziative, manifestazioni ed eventi dedicati ai giovani della città, coordinate dal competente servizio comunale.

 

2. All’interno di tali manifestazioni potranno essere autorizzati eventi, in deroga alla zonizzazione acustica comunale, per un numero massimo di 3 nell’arco di ogni settimana, organizzati preferibilmente nelle serate di venerdì/sabato e prefestivi.

 

3. L’orario massimo in deroga consentito per la manifestazione e gli eventi previsti nel corso della stessa è stabilito nelle ore 24:00 per le serate di venerdì/sabato e prefestivi e nelle ore 23.30 nelle restanti serate. Tali limiti non sono derogabili.

 

4. Il valore in deroga, misurato al recettore maggiormente esposto, è stabilito in 65 dB(A) per gli eventi previsti nel corso della manifestazione e in 55 dB(A) per tutte le restanti attività, fatto salvo quanto previsto nell’apposita scheda di dettaglio per ciascuno spazio.

 

5. Al fine di garantire il rispetto dei limiti concessi in deroga per tutta la durata della manifestazione, l'impianto acustico utilizzato per le attività ordinarie deve essere adeguatamente tarato; per gli eventi in deroga deve essere utilizzato un impianto diverso da quello utilizzato nel corso della manifestazione ed anch’esso deve essere adeguatamente tarato.

Nel corso del primo evento della manifestazione deve essere effettuato il collaudo di taratura degli impianti, da trasmettersi al competente Servizio comunale che provvede a richiedere all’ARPA eventuali osservazioni o precisazioni. In esito delle stesse, il comune si riserva la facoltà di imporre al gestore ulteriori prescrizioni. Fino all’effettuazione del collaudo non è consentito lo svolgimento di ulteriori eventi in deroga.

 

In zone particolarmente sensibili o in zona I della zonizzazione acustica, ovvero in prossimità di aree destinate ad attività sanitaria di ricovero e cura, nella scheda di dettaglio di cui al precedente comma 5, potranno essere imposte restrizioni, sia per quanto riguarda i limiti di deroga che gli orari di esercizio della manifestazione temporanea.

 

Manifestazioni temporanee di particolare rilevanza, o interesse pubblico, o organizzate direttamente dall’Amministrazione comunale

1. Le manifestazioni temporanee di particolare rilevanza, o interesse pubblico, nonché quelle organizzate direttamente dall’Amministrazione comunale tramite i propri uffici/servizi, potranno essere autorizzate in deroga alle procedure di cui sopra, previa deliberazione della Giunta comunale.

 

La suddetta deliberazione nel riconoscere l’interesse pubblico o la rilevanza della manifestazione medesima, ne stabilisce i requisiti e le condizioni di svolgimento, la durata, gli orari e gli eventuali limiti in deroga.
Le disposizioni del presente comma sono estese alle iniziative straordinarie (ad es.
Festival, etc.) organizzate dagli spazi giovanili del Comune di Bergamo e dai gestori degli “spazi estivi” di cui al successivo art. 3.4.

2. La conclusione del procedimento avviene con provvedimento espresso da parte del Dirigente proponente la deliberazione che autorizza la manifestazione da parte della Giunta comunale, in conformità alle indicazioni espresse dalla Giunta.

Feste di vie e di quartiere

Sono soggette a comunicazione le manifestazioni denominate “feste di vie e di quartiere” (per le quali l’Amministrazione comunale concede incentivi e agevolazioni sul canone di occupazione di suolo pubblico, che si svolgono all’interno dei borghi storici, nelle vie o piazze pubbliche con finalità di coesione sociale), i cui eventi sono esercitati per un numero massimo di 15 giorni nell’arco dell’anno solare e per non più di 3 giorni consecutivi, preferibilmente nel fine settimana, nella medesima localizzazione, ancorché presentati da soggetti diversi e nel rispetto dei seguenti limiti e orari:
- limite massimo di 75 dB(A) fino alle ore 24:00

Attività estive aggiudicate a seguito di bando pubblico

1. Sono soggetti alle disposizioni seguenti  le manifestazioni temporanee e i relativi eventi esercitati negli spazi estivi di cui ai “Bandi per l’assegnazione di spazi pubblici per lo svolgimento di attività estive temporanee”.

2. All’interno di tali manifestazioni potranno essere autorizzati eventi, in deroga alla zonizzazione acustica comunale, per un numero massimo di 3 nell’arco di ogni settimana, organizzati preferibilmente nelle serate di venerdì/sabato e prefestivi.

3. L’orario massimo in deroga consentito per la manifestazione e gli eventi previsti nel corso della stessa è stabilito nelle ore 24:00 per le serate di venerdì/sabato e prefestivi e nelle ore 23.30 nelle restanti serate. Tali limiti non sono derogabili.

4. Il valore in deroga, misurato al recettore maggiormente esposto, è stabilito in 65 dB(A) per
gli eventi previsti nel corso della manifestazione e in 55 dB(A) per tutte le restanti attività,
fatto salvo quanto previsto nell’apposita scheda di dettaglio per ciascuno spazio.

 

 

5. Al fine di garantire il rispetto dei limiti concessi in deroga per tutta la durata della manifestazione, l'impianto acustico utilizzato per le attività ordinarie deve essere adeguatamente tarato; per gli eventi in deroga deve essere utilizzato un impianto diverso da quello utilizzato nel corso della manifestazione ed anch’esso deve essere adeguatamente tarato.

Nel corso del primo evento della manifestazione deve essere effettuato il collaudo di taratura degli impianti, da trasmettersi al competente Servizio comunale che provvede a richiedere all’ARPA eventuali osservazioni o precisazioni. In esito delle stesse, il comune si riserva la facoltà di imporre al gestore ulteriori prescrizioni. Fino all’effettuazione del collaudo non è consentito lo svolgimento di ulteriori eventi in deroga.

 

In zone particolarmente sensibili o in zona I della zonizzazione acustica, ovvero in prossimità di aree destinate ad attività sanitaria di ricovero e cura, nella scheda di dettaglio di cui al precedente comma 5, potranno essere imposte restrizioni, sia per quanto riguarda i limiti di deroga che gli orari di esercizio della manifestazione temporanea.