Serve aiuto?

Cos'è la Comunicazione Unica

ATTENZIONE:
Il portale SIGI https://territorio.comune.bergamo.it è in fase di completo rinnovamento: dal giorno 22 marzo 2019 sarà disponibile una nuova ed aggiornata versione con servizi aggiuntivi ed una grafica conforme alle linee guida di design per i siti delle pubbliche amministrazioni.

A tal fine si avvisa che le istanze in fase di compilazione sull'attuale portale dovranno essere concluse entro il giorno 19 Marzo 2019.
Le compilazioni che resteranno aperte oltre quella data saranno automaticamente eliminate dal sistema.

Versione stampabile

Dal 1 aprile 2010 è possibile espletare tutti gli adempimenti per aprire un’impresa con una singola comunicazione al Registro delle Imprese. Questa comunicazione è esclusivamente telematica e contiene tutte le informazioni fiscali, previdenziali e assicurative che fino ad oggi dovevano essere inviate ad enti diversi con differenti modalità.

La “Comunicazione Unica” propone un unico processo amministrativo, da presentare per via telematica al solo ufficio del Registro delle Imprese, che comprende tutti gli adempimenti, semplificando così le comunicazioni tra imprese e Pubblica Amministrazione.

L’Ufficio del Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio di competenza territoriale diventa lo “sportello unico” a cui l’impresa si rivolge per inoltrare tutte le comunicazioni per tutti gli enti (Registro Imprese, Albo Artigiani, Agenzia delle Entrate, INPS, INAIL), realizzando così una gestione delle pratiche più agile e tempi di attesa riguardo gli esiti delle pratiche più brevi.

La legge prevede che la Comunicazione Unica valga per le dichiarazioni già previste dalle modulistiche del Registro Imprese, Agenzia delle Entrate, INAIL, INPS, Albo Artigiani, Ministero del Lavoro nel caso di inizio attività d’impresa, sue modifiche e cessazione. Gli adempimenti sono stati suddivisi in sei tipologie:

  1. “Nuova impresa con immediato inizio attività economica”;  
  2. “Costituzione nuova impresa senza immediato inizio attività economica”;
  3. “Inizio attività” per impresa, sia individuale che società, già iscritta al Registro Imprese;
  4. “Variazione” dati Registro Imprese, Albo Imprese Artigiane, Agenzia delle Entrate, INPS, INAIL;  
  5. “Cessazione” attività; 
  6. “Cancellazione dal Registro Imprese”.

Una “Comunicazione Unica” può essere presentata direttamente dal legale rappresentante dell’impresa oppure da un intermediario che deve essere in possesso di:

  • firma digitale, prodotta tramite certificato qualificato ai sensi del Codice dell’amministrazione digitale;
  • credenziali “Telemaco” (user) per spedire pratiche telematiche al Registro delle Imprese;
  • indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) dell’impresa;
  • browser (MS Internet Explorer v7.0 e Mozilla Firefox v2.0) e connessione a Internet.

La Comunicazione Unica d’Impresa è sostanzialmente costituita da una collezione di file strutturata in:

  • un documento PDF contenente la “Distinta” che riporta i dati sul richiedente, l’oggetto della comunicazione ed il riepilogo delle richieste ai diversi enti;  
  • i moduli elettronici per il Registro delle Imprese e per l’Albo Imprese Artigiane; 
  • eventuali moduli elettronici per l’Agenzia delle Entrate; 
  • eventuali moduli elettronici INPS; 
  • eventuali moduli elettronici INAIL;
  • eventuali moduli elettronici per il SUAP dei Comuni.

Le novità previste dal regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina sullo sportello unico per le attività produttive (D.P.R. 7 settembre 2010 n. 160), trovano attuazione nella Comunicazione Unica tramite ComunicaStarweb dal 30 settembre 2010. Alla pratica di Comunicazione Unica costruita in ComunicaStarweb è possibile allegare moduli indirizzati all’ufficio SUAP dei Comuni che hanno aderito all’iniziativa.

Il Registro delle Imprese, appena riceve la pratica telematica, spedisce automaticamente all’indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC), recapito dell’impresa, la ricevuta di protocollo e la ricevuta della Comunicazione Unica e provvede allo smistamento verso tutti gli altri enti coinvolti. L’impresa riceve risposta degli esiti della comunicazione, sempre all’indirizzo PEC recapito dell’impresa e al mittente della pratica, entro 5 giorni dalla Camera di Commercio ed entro 7 giorni dagli altri enti nazionali.