Serve aiuto?

Detrazioni fiscali

Avere le agevolazioni fiscali per gli interventi di recupero edilizio (bonus 36%)

Per conoscere nel dettaglio le diverse agevolazioni fiscali previste dalla normativa vigente e le modalità per ottenerle, si rimanda al sito ed agli uffici dell'Agenzia delle Entrate.

Qui si riassumono sinteticamente e genericamente le attuali disposizioni (febbraio 2010):

  • si possono detrarre dall'imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) il 36% delle spese sostenute per il recupero di case di abitazione (compreso loro pertinenze) e parti comuni di edifici residenziali, fino ad un massimo di spesa di € 48 mila per anno d'imposta e per ogni unità immobiliare sulla quale vengono eseguiti gli interventi.
  • Gli interventi per i quali spetta lo sconto sono: manutenzione ordinaria (per le sole parti condominiali, con esclusione degli impianti), manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia. Sono escluse pertanto dallo sconto le opere di semplice manutenzione ordinaria interne agli appartamenti (tinteggiatura, sostituzione pavimenti, ecc.) o l'installazione di un impianto di condominio: data comunque la numerosa casistica e le diverse eccezioni, s'invita a verificare con l'Agenzia delle Entrate.
  • Per accedere alle agevolazioni, nei casi indicati, occorre inviare al Centro operativo di Pescara (via Rio Sparto 21, Pescara) tramite raccomandata una comunicazione d'inizio lavori, prima d'iniziare i lavori stessi con allegata documentazione o autocertificazione (per i documenti da produrre visitare il sito dell'Agenzia delle Entrate). Inoltre bisogna premunirsi dei necessari permessi comunali o comunicare D.I.A. a seconda del tipo d'intervento edilizio previsto.

Avere le agevolazioni fiscali per interventi di riqualificazione energetica (bonus 55%)

Per conoscere nel dettaglio le diverse agevolazioni fiscali previste dalla normativa vigente e le modalità per ottenerle, si rimanda al sito ed agli uffici dell'Agenzia delle Entrate e dell'ENEA.

Qui si riassumono sinteticamente e genericamente le attuali disposizioni (agosto 2009): 

  • si possono detrarre dall'imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) il 55% delle spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica sugli edifici. Le detrazioni vengono applicate in generale ad interventi che migliorano l'efficienza energetica degli edifici, in particolare per la sostituzione di generatori di calore ed impianti termici, miglioramento delle prestazioni termiche dei serramenti, delle pareti verticali, dei solai, delle coperture, installazione di pannelli solari. 
  • Il limite massimo di detrazione varia in funzione del tipo d'intervento previsto e comunque tra € 30.000 ed € 100.000, con possibilità di suddividere tali detrazioni da 3 fino ad un massimo di 10 anni. 
  • Per ottenere le detrazioni, l'interessato necessita di un tecnico abilitato che predisponga il progetto d'intervento; il costo della prestazione tecnica può essere incluso nelle spese in detrazione. Il tecnico abilitato dovrà redigere un'asseverazione, la certificazione energetica dell'edificio oltre ad una scheda informativa sull'intervento.